martedì 12 maggio 2015

Welcome to my London


Quando ero piccola (a dire il vero fino ai 15 anni)  molto spesso andavo con la mia bella famigliola a passare il fine settimana dalla nonna materna a Vertova, in Val Seriana.

Dalla nonna ho imparato a leggere, a ricamare a fare le punture ed ad imbrogliare a carte.

Ma la cosa che penso mi abbia più segnata della mia cara nonna sono state due sue passioni che nel corso della mia formazione culturale e sentimentale sono diventati due pilastri imprescindibili. 
Dalla nonna ho imparato che in una casa può mancare tutto tranne che un tubetto di maionese in frigo e che la lettura di un giornale di spettegolezzi può dare delle grandi soddisfazioni.

Nonna leggeva STOP, un giornale molto in voga negli anni 80, rigorosamente in bianco e nero pieno zeppo di pettegolezzi. Aveva una struttura interna rigorosa che avevo imparato già  pochi anni a riconoscere. Le prime pagine erano tutte per la famiglia reale inglese (c'era sempre un articolo su Lady Diana, poi uno su Lei e Carlo, uno sulla regina, ed uno sugli altri minori...) poi si passava alla famiglia Grimaldi e qualche cosa poi sulle altre famiglie reali europee.


Questa struttura sempre uguale mi aveva portata alla convinzione che di famiglia reale ce ne è una sola e tutte le altre mica sono cose serie  -e poi, a ben vedere direi. quante soddisfazioni ha dato quella famiglia nel corso dei decenni? Non da ultimo la scoperta della figlia segreta di Carlo e Diana che sembrerebbe anche maggiore di William... no dai, siamo seri. Questa si che è una famiglia reale da sogno!-


Comunque, queste incursioni nell'Inghilterra blasonata attraverso il giornale della nonna, mi aveva portata ad affezionarmi ai personaggi che incontravo su quelle pagine ed ai luoghi che venivano descritti. 
Questo di fatto è stato il mio primo incontro con Londra e devo ammettere che è stato amore a prima vista. 


Da piccoletta sognavo di andarci, di trasferirmici, di essere inglese. Così è nata la mia passione per il te'. Me lo sono imposta da piccola che mi piaceva. Ad un inglese non può non piacere il te'.
Crescendo i miei interessi non si sono certo fermati alla Famiglia Reale (circa la quale potrei comunque partecipare ad un quiz come quelli che conduceva Mike Bongiorno e portare La Storia dei Windsor come materia ahahaha) ma è passata alla letteratura, alla storia, all'architettura, metto un po' anche alla cucina. 


La prima volta che ci sono andata è stato emozionantissimo e surreale allo stesso tempo. 
Vedevo per la prima volta dei luoghi nei quali nei miei pensieri ero già stata tante volte. A modo mio li conoscevo bene quei posti. 
Come tutte le cose amate, Londra un po' di soggezione me l'ha sempre messa ed un po' mi dispiaceva, ma poi grazie alla mia amica Valeria, splendida guida turistica (vi lascio il link del suo sito perché nel caso in cui abbiate in programma un giretto da quelle parti potete contattarla e farvi "guidare" da lei nella City) tutto è cambiato. Resto sempre una milanese a Londra, ma ormai ce la giochiamo alla pari...


Un Album su Londra l'ho sempre voluto fare, ma io non sono il tipo da album e quindi non lo ho mai fatto. Ma poi sono arrivati Umberto Bernasconi e la mia cara Annalisa che mi hanno proposto di partecipare con un mio progetto alla Rivista MAGIE DI CARTA in edicola proprio in questi giorni... e non ho resistito... Mi sono buttata. Incosciente come pochi, lo ammetto (potevi colorare un timbro, no?) ma dovevo fare una cosa particolare sia per me (perché è arrivato il momento) sia per Impronte d'Autore (perché dopo tutto quello che mi ha dato in questo anno e mezzo se la meritava una Mirandina che si mettesse in gioco).


Il risultato mi piace perché (nonostante la fatica nel cimentarsi in un  qualcosa di nuovo) credo che passi l'atmosfera di quello che per me rappresenta questa città. Con qualche altro dettaglio vi do il benvenuto nella mia Londra... mentre per il tutorial sulla struttura .. ahaha mi trovate in edicola:-)








Grazie a tutti per essere passati qua
K&H

M!R

27 commenti:

  1. Ho gli occhi a cuoricinooooooooooooooooo!!!
    Batterò tutte le edicole di Leinì, Torino e dintorni per trovarti!!!
    Come sempre, leggere i tuoi post è come leggere le pagine di un buon libro, mi ci tuffo e non rimango mai delusa, bacione sorellina!

    RispondiElimina
  2. Complimenti Mir!
    Sono proprio curiosa di vedere per bene la tua meraviglia!! Scrivi sempre in un modo stupendo.... è sempre un piacere ♡♡♡

    RispondiElimina
  3. Tante cose sono cambiate dalla prima volta che ti ho vista... Nulla è cambiato dalla prima volta che ti ho letta...ottimo lavoro! Mettersi in gioco serve e paga! Complimenti per "l'uscita in edicola" !
    A presto ... Spero!

    RispondiElimina
  4. Complimenti, per l'album e per la pubblicazione!

    RispondiElimina
  5. che bello questo post! Londra è anche nel mio cuore e leggendo il tuo post son tornate alla memoria e al cuore tante emozioni.. io però non sono una brava "inglesina" perchè non riesco a farmi piacere il tè ahahahahah
    un abbraccio grandissimo e tanti, ma proprio tanti, complimenti per questo meraviglioso lavoro!
    bacione

    RispondiElimina
  6. Stupendo!! Complimenti!! Hai fatto benissimo a buttarti la tua cesta mi fa sempre sognare :))

    RispondiElimina
  7. Grande week Miry!!!
    Anche a me Londra e'rimasta nel cuore...ci sonovstata da ragazzina ma la voglia di tornare e'sempre li'....
    Questo tuo post...mi ha fa ricordare tante emozioni provate...e .........la voglia di correre in Edicola!!!!
    Intanto ...Tanti tanto complimenti!!!

    RispondiElimina
  8. M¡r congratulazioni per la rivista!!!!!!!!
    Sai che hai messo nero su bianco la "mia" Londra?

    Un bacio,
    J

    RispondiElimina
  9. Stupendissimooooo...and God save the Queen and Mir 😍

    RispondiElimina
  10. Un mio sogno nel cassetto: un giallo alla Agatha Christie ambientato a Londra... già scritte un centinaio di pagine quando ancora i miei trent'anni mi facevano giovane... ogni passaggio descritto con la consapevolezza di esserci stata... "roads" familiari... la "fog" che ti scorre nelle vene come un sangue alternativo... il "tea" bevuto rigorosamente con il latte... ed il mio "ispettore Nicholas Tod" che dorme in quel cassetto chiuso da almeno trent'anni.
    Miranda hai risvegliato in me ricordi travolgenti... perchè la "mia" Londra sonnecchia in qualche anfratto della mia anima.
    Grazie per questo viaggio a ritroso nel tempo. Grazie per questo "potente" album dalle capacità miracolose. Grazie e basta.
    xoxoxo Lalla... ma sempre Eulalia

    RispondiElimina
  11. Perchè ogni creazione ha una storia dietro.... intensa come la sua creatrice... ;)

    RispondiElimina
  12. congratulazioni!!! :)
    e..che bellezza l'album, amo alla follia Londra e, non appena possiamo, ci torniamo io e il mio bello..

    RispondiElimina
  13. Devo dire che allontanarti dalla routine ti fa bene, dico in senso letterario, e mi piace quel tuo raccontare pacato, dolce senza essere mieloso, sentimentale ma senza inutili struggimenti,
    Sei davvero brava a scrivere!

    RispondiElimina
  14. Domani sarò a Londra, che bello immergermi già nell'atmosfera londinese guidata dal tuo racconto così intimo e delicato. L'album mi sembra una meraviglia, non vedo l'ora di possedere la rivista per ammirare i dettagli.
    Sara

    RispondiElimina
  15. magnifico....l'album...e poi....il testo fantasmagorico....avrò la rivista....ma comunque sei unicaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  16. ciao tesoro, come sempre quando ti leggo mi sento così....un po' come hai detto tu, mi piacerebbe stare con la tazza di tè caldo a leggere vagonate di pagine tue e la musica in sottofondo.
    Bè, adesso che ho anche sbirciato le foto mi piacerebbe avere qui davanti anche la rivista per vedere il tutorial di questa chicca effettivamente! un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  17. Fanciullina, brava! a me un po' della TUA Londra è arrivata!
    magari poi sull'aereo spettegoliamo della Royal Family! lol
    bacio
    Clelia

    RispondiElimina
  18. Complimenti! E' bellissimo poter mostrare a molti i propri lavori . :)

    RispondiElimina
  19. Come sempre sei riuscita a portarmi nel tuo mondo magico, ma quanto adoro come scrivi???? Troppo in gamba!!! Sono proprio contenta per te, te lo meriti, correrò da Impronte perchè nelle edicole non riesco mai a trovare queste chicche! Un bacione

    RispondiElimina
  20. Letto tutto d'un fiato, senza osare batter ciglio!
    Tutto bello come al solito, l'uscita in edicola è ultra-iper-stra-meritata! <3

    Giada

    RispondiElimina
  21. complimentissimi MIR !!!!!!!!
    E' una grande soddisfazione vedersi riconoscere il proprio lavoro.
    Ma ancora più grande è la soddisfazione che si prova nello sperimentare nuove "situazioni creative" ed esserne completamente gratificate!
    :D :D :D
    Grazie per averci regalato questa bellissima storia d'amore :D :D
    un bacione

    manu

    RispondiElimina
  22. Grandissima Mir !!!! Un album splendido e speciale come sei tu.

    RispondiElimina
  23. é troppo divertente leggerTI , io amo il tè e quindi ogni pomeriggio mi regalo questo momento ma .... si c'è un ma - mai stata a Londra - Sono quelle mete segnate nel block-notes dei grandi sogni e chissà io ci spero sempre ! Complimenti per il tuo album ( dovresti continuare ) mi piace già quel poco che hai pubblicato. Kiss

    RispondiElimina
  24. È sempre un piacere leggerti!!! Complimenti per la pubblicazione... Grande Mir!! Pensa che io abitavo non lontano dalla tua nonna!!! Un bacio a tutte le nonne che sono un pezzo di cuore delle nostre vite

    RispondiElimina
  25. Carissima Mir davvero un bel lavoro, fatto davvero con il cuore, mi piace come hai curato ogni minimo dettaglio.
    E' sempre un piacere leggerti.
    Baciotti Ery

    RispondiElimina
  26. Ciao Mir...un lavorone direi e dalle foto vedo particolari molto curati...mi colpiscono i colori che sono si tipici ma qui bellissimi...un progetto che ti contraddistingue e i ricordi di tua nonna ?aaaaaa !!!! meravigliosi e indimenticabili...un abbraccio Ada

    RispondiElimina