domenica 19 ottobre 2014

The best is yet to come



Caro il mio bell'Ottobre, io ti adoro!
Non c'è nulla che non mi piaccia di te, anzi! 
Sei il mese delle certezze e dell'entusiasmo. Almeno, per me è da sempre così.

Io mi muovo per rituali. Chi mi vive accanto sostiene che sia una cosa inquietante, ma a me le mie abitudini danno sicurezza. Ad esempio... Quando ero piccola i miei genitori mi spronavano a farmi una lista di traguardi da raggiungere a scuola durante l'anno. Io a settembre prendevo le misure degli insegnanti e dei programmi e ad Ottobre stilavo la mia listina. Ad Ottobre si faceva il cambio degli armadi e la mia mamma mi portava comprare i vestitini nuovi. Era il mese in cui rinnovavo la mia tessera della biblioteca. Sono tutte cose che rifaccio ancora adesso. Ad Ottobre si va in giro per mostre ( a proposito, ce ne sono un paio niente male su Chagall a Milano se vi capita...) e riprendono tutti i programmi culturali. Ad ottobre mi sono iscritta all'università e sempre ad Ottobre mi sono innamorata. Da quando faccio Scrap Ottobre è anche diventato il mese delle Fiere e dell'inizio dei vari corsi.
Per quanto mi riguarda è in assoluto il mese dei buoni propositi. Ma non quelli irraggiungibili. Parlo di quelli che nascono dai programmi, dalla lista dei TO DOs. 

E poi i profumi, i sapori, i colori. Ecco no, questi non sono programmati. Ed anche se aspettati, quelli autunnali a me sorprendono sempre ed emozionano.


Torta di mele e cannella, te' profumato e colori caldi. A me queste cose rassicurano.


Quindi, spuntando la mia lista:
  • vestitini nuovi  -ce l'ho
  • tessera biblioteca - rinnovata
  • programmi per mostre e conferenze con michetta del cuore - presi
  • stagione dei concerti - studiata
  • programmi Scrap... - oh Fischia!

Sono in alto mare, lo confesso. Ci sto pensando da un po' ed è difficile. Tanti spunti, ma cosa fare e come fare, beh... Ammetto che non ne ho idea.
Robert, il mio insegnante di inglese che non sapeva cosa fosse lo Scrapbooking prima che iniziassi a tediarlo ogni venerdì sera durante le nostre lezioni face to face, mi ha detto che forse è arrivato il momento di prendersi una pausa. Io credo che abbia ragione.

Ed in questo momento di pausa che non so quanto durerà, mi è successa una cosa strana. Toccando a me pubblicare per gli Shaky A. mi sono cimentata con Margot In Love (adorabile) ma è venuta fuori "strana", appunto. Così diversa da quello che faccio di solito...


Ho mandato un'anteprima alle mie a michette Clelia e Monica ed entrambe mi hanno detto "ma l'hai fatta tu? non sono i tuoi colori...".
No, non lo sono affatto. 
Me ne sto rendendo conto solo adesso che è finita. Mentre coloravo e la costruivo non mi sono neanche posta il problema. 
Facendo psicologia spicciola mi viene da dire che dopo gli ultimi corsi e le ultime cose imparate sono in una fase di forte crisi di identità e mi riparo nei colori che mi rassicurano (ah, caro Junger, tu con quel bosco mi hai segnata per sempre...).

Ma visto che a me la psicologia spicciola mi ha sempre lasciata perplessa, se non infastidita, dico semplicemente  THE  BEST IS YET TO COME. I momenti di crisi sono ottime opportunità di crescita e quindi si, the best is yet to come.


Grazie per essere passati di qua;-)
K&H
M!R