mercoledì 23 luglio 2014

ONCE UPON A TIME...




C'era una volta Mirandina, simpatica (a volte) bambina fatta a forma di Bignè, con capelli ricci e occhioni verdi.

A Mirandina piacevano i colori e sognava un principe azzurro che le regalasse un bel mazzo di matite colorate ben temperate.

No basta. Volevo raccontarvi una storia, ma poi ho pensato: "ma perché?… la realtà va ben oltre…"

Ed allora permettetemi di raccontarvi quello che è successo veramente.

Tempo fa ho ricevuto una telefonata. Quella che forse molte di noi vorrebbero ricevere, ma che mica hanno il coraggio di aspettare. Io ero fra quelle che mica ci speravano davvero…
Era Alberto.
Facciamo una piccola premessa: io adoro questo fanciullo. Timido, umile, talentuosissimo. E' lui che mi ha fatto amare Magnolia. Ed ho detto tutto!
Ero al lavoro ed onestamente mi sono preoccupata "Sarà successo qualcosa?" dall'altra parte del telefono una vocina gentile mi dice "Mirandina ti disturbo, puoi parlare?" Ovvio che sì, si poteva mettere il polizzificio in pausa per un po'. Anche perché la vita è una questione di priorità è lo Stamping viene sicuramente prima dell'RC;-)
Alberto prosegue: "Sai, volevo dirti che ho prodotto una nuova linea di timbri digitali, questa volta sono miei, li faccio da solo… "
"Ma dai… " ho risposto io. L'espressione MA DAI in questo caso sottintendeva il seguente pensiero: "ma certo che lo so. Sono mesi che parliamo del puntare in alto, di scrivere a Tim Holtz, e poi ho già visto i lavori di Lalla con i tuoi nuovi timbri…".
Non so se questa sfumatura sia passata o meno, ma di fatto Alberto prosegue dicendo "sto formando il DT, ti andrebbe di entrarci?".
Vi risparmio il dialogo successivo. Vi dico solo che ho passato l'intera giornata in ufficio dicendo "OH MIO DIO!!!". Ho anche portato i colleghi a pranzo da DouDou:-)

Adesso vi chiedo solo di fare un salto sul blog degli Shaky A e di ammirare chi fa perte di questo meraviglioso DT… No va beh… consentitemelo… CHE MERAVIGLIA!!!! MA CHI CI CREDE!!!!

A dire la verità mi sembra ancora un sogno, ma di fatto ho controllato bene e fra i membri del DT ci sono anche io! Si si.. c'è scritto Miranda e c'è la mia foto!!! E per evitare qualsiasi fraintendimento ho anche cliccato sopra il mio bel faccino e il link mi ha portata qui nella mia cestina. Quindi non ci sono dubbi. Sono IO!

Ma ancora non ci credo.

Ma, basta tediarvi con i miei dilemmi esistenziali ed arriviamo al clou.
Alberto ha disegnato questa nuova linea di timbri assolutamente deliziosi.
Fate un salto sul blog e vedrete i lavori di ispirazione degli altri membri DT (non dimenticate di iscrivervi al Blog e di lasciare un commento: verranno estratti 5 fortunati che vinceranno l'intera collezione digitale).
Ma in ogni caso, datemi retta… lasciate il vostro messaggio, ma fate anche un salto sul negozio ETSY e comprate questi timbri. Credetemi, sono molto divertenti da colorare e si prestano agli stili più disparati.
Per iniziar questa nuova avventura ho scelto Margot. Nel sentiment mi ci ritrovo davvero. sarà che sono a dieta, sarà che me la voglio proprio godere questa nuova avventura…


Un altro dettaglio… guardate cosa fa un po' di glitter;-)


E che dire di un fiore bulinato?


Insomma. Ammettiamolo. Sono emozionantissima.. ancora non ci credo, ma so che è vero. Adesso dobbiamo solo giocare insieme. Vi aspetto nel Blog degli SHAKY A...

Grazie per essere passati di qua
K&H
M!R



lunedì 21 luglio 2014

M!R in a BOX


Se mi avessero detto che a Londra mi sarei emozionata così tanto,
avrei beffardamente riso in faccia al malcapitato che avrebbe avuto l'ardire di cotanta presunzione.
Ed invece è successo! Eccome! Forse il fatto di vedere la mia sorellina sposarsi con un gingerino, che fino alla quarta pinta di birra sembrava avesse una paresi tanta era l'emozione, ha contribuito a mettermi nel mood giusto per sciogliere le briglie dei miei sentimenti..
Ma sta di fatto che mi sono emozionata. E più volte.
Una di queste e' accaduta il sabato mattina. Ero in albergo in attesa che si liberasse il bagno ed ero sdraiata sul letto pensando che ero rimasta l'unica zitella di famiglia quando mi arriva la notifica di una mail. Svogliatamente allungo la mano sul comodino facendo cadere l'Hamilton (che non si è fatto niente!!!) e afferro il cellulare. La mail era di una signora che, complimemtandosi per i miei lavoretti, mi chiedeva dove tenessi dei corsi perché voleva imparare a colorare come me. Confesso di avere letto la mail tre volte per capire. E non ho capito subito! Cioè, il fatto che mi chiedesse espressamente lezioni su come uso i distress, ammetto, non l'avevo mica colto.
Rispondo che coloro perché mi piace e che, essendo io di Milano, se le era comodo potevamo colorare insieme qualche volta.
A questo punto mi soffermo sulla firma, ADABLOG, ed inizio a pensare... "io l'ho già sentito."

Googlare il nome è stato un attimo ed ecco chi era ADABLOG... Ada è la Signora Delle Fustelle!

Ho stentato a crederci, proprio lei chiedeva a me qualcosa!?!?!?! Ma tant'è che una settimanella fa è venuta a casa mia ed insieme abbiamo colorato e parlato di fustelle.

Penso di avere tediato il mondo con questo incontro: "no, perché sai cosa mi è successo…? Ma ti rendi conto?!?!?!!?" Ora, comprendo che nel mondo Scrap incontri così capitino eccome. Ma a me non era ancora mai successo ed avendone parlato anche molto fuori dal mondo Scrap, venivo guardata come una scappata di casa. Ugo, il mio collega, se ne è uscito con:"ma non la conosci, giusto? E viene a casa tua? Ma è una cosa sicura?". Davanti a lui ho fatto un po' la spavalda, ma una volta a casa ho bloccato mio padre "non è che per cortesia mi faresti compagnia fino a quando non arriva?" Certo, si è addormentato sul divano, ma questa è un'altra storia.
La stessa cosa deve averla pensata anche Ada perché è arrivata accompagnata dal marito Giuseppe, che dopo essersi accertato che l'unica cosa da serial killer in casa mia sono le registrazioni di Criminal Minds, se ne è andato:-)

Ma veniamo alla mia nuova amica. Ada è una signora a dir poco adorabile, semplice, acqua e sapone, con molta fatica si trattengono le briglie con lei. Ti mette subito a tuo agio, e sarà che parlavamo di cose che ci piacevano molto, ma mi sembrava di conoscerla da sempre e non solo da pochi minuti.
Abbiamo colorato una tildina insieme, ma la mia attenzione si è subito spostata sui suoi lavori e qui potete ben immaginarmi... "ma come si fa, ma come fai, ma dove si compra, ma quanto lo paghi, come si usa, tu come lo usi..." eh si, StalkerMirandina ha colpito ancora!
Ada ha una conoscenza enciclopedica circa le fustelle. Non ho mai visto nessuna più preparata, eh sì che ne conosco di diesaddicted! Siti, prezzi, nomi, codici… Ebay le fa un baffo.
Ad un certo punto mi soffermo sugli splendidi regalini che mi ha portato (eh sì, è venuta a casa mia e mi ha anche fatto dei regalini) ed in particolare sulla scatola che custodiva le easel card. Lei inscatola tutto. E come inscatola bene... senza farsi pregare ha preso un foglietto ed ha iniziato a farmi uno schemino svelandomi i trucchetti, frutto, come dice lei, di tanti errori...
Ed io sono rimasta incantata nel vedere con quanta umiltà e generosità quelle brave davvero si mettono a disposizione, così... per il piacere di condividere. E' proprio una cosa bella. Fa bene al cuore!
Ho scoperto che la sua precisione e pulizia (questa donna lavora sul 1/4 di mm) sono dovute al fatto che Ada PROGETTA. Cioè studia... pensa prima di fare un lavoro. E anche questa cosa mi fa bene al cuore. Certo dalla sua c'è anche il fatto che essendo Architetto le viene anche particolarmente facile, ma in ogni caso mi riconferma in una cosa a cui credo tanto.
Quindi ho pensato di inscatolare anche io. Di provarci almeno, nel tentativo di fare mia un po' della sua eleganza. E questo è il mio lavoretto.
E' una card per il matrimonio di Silvia, la figlia del mio collega Gianni.
Vi lascio alle foto.










Grazie ancora di cuore cara ADA!!!

K&H
M!R